[Domanda] Meglio un beat in Lease o in Esclusiva? La differenza

Beatmaker setup

Qual è la differenza tra un beat in Lease ed uno in Esclusiva?


DOMANDA:

A: Ciao sono una cantautrice RAP/SOUL/R&B emergente

Ho bisogno di un consiglio da parte vostra per il mio primo EP: beat in lease o esclusiva? C'è una differenza di prezzo enorme, poiché nel 2° caso si acquista il diritto d'autore. Con il beat in lease posso caricare su piattaforme come Spotify &Co. (non solo youtube e soundcloud)? Come cambia la monetizzazione? Cosa conviene fare secondo voi?

Inoltre, nel caso di beat dove è campionata voce e musica, ad esempio, di un brano anni 70, come funziona la questione 'licenza'? Quest'ultimo caso è l'unico dove il beat in questione è preso dal tubo, ma l'autore in questione, pur scrivendo 'free', non specifica se per non profit use o meno.

Grazie in anticipo per tutte le delucidazioni!

RISPOSTE:

Stefano: Devi vedere la specifica licenza che ti propone ogni autore di ogni base. Non esiste uno "standard" assoluto.
Pubblicare puoi pubblicare, ma di solito in un'unica versione, e hai diritto di utilizzazione fino ad un determinato numero di streaming.

Riccardo: Io consiglio di fare un nuovo arrangiamento dove hai piena libertà

Marc: Se sei un emergente se sei ispirata da un beat ti consiglio di prendere in lease i beat che di solito vuol dire che anche altri cantanti e artisti possono usarlo. Onestamente per farsi conoscere e notare non è un gran problema secondo me in un primo momento. I dettagli delle licenze comunque meglio che le chiedi al produttore. Non ci sono regole standard e ho visto piu volte interpretazioni diverse di esclusiva per esempio. Molti produttori che fanno tante views su youtube hanno vincoli piuttosto stretti nelle loro licenze per esempio, altri con meno numeri no.   

CHIARIMENTO #1:

A: Ok ragazzi, grazie a tutti. Mi sono chiarita i dubbi circa il range di streaming, che sempre varia in base alle regole imposte dal compositore. Volevo capirci di più, però,  ''in linea di massima'' (premettendo che ogni licenza sia diversa da producer a producer) per quanto riguarda : 1.monetizzazione con LEASE, 2.SHAZAM come funziona se il brano è caricato sempre su SPOTIFY da più artisti con la medesima licenza, 3. depositi SIAE e relativa monetizzazione, 4. rinnovo di licenza (poiché da quanto ho capito, senza esclusiva, questa scade e va ripagata nuovamente), 5. licenza per BRANO CAMPIONATO free su youtube di cui ho spiegato il caso sopra. Grazie

RISPOSTE:

Marc: La monetizzazione dipende dalla licenza appunto. Varia da licenza a licenza come ti è concesso monetizzare. 
2 - questo non saprei 
3 - idem 
4 - rinnovo dipende dalla licenza, non sempre devi rinnovare, dipende dal produttore 
5 - i brani campionati possono essere una rogna. Difficilmente i campioni sono “puliti, cleared”. Le strumentali che trovi su YouTube praticamente mai. Anche i beat tapes su Spotify sono caricati senza dichiarare nulla. Il sample clearance puó essere una bella spesa. Ma c’è da dire che a meno che non fai numeri esagerati non si hanno conseguenze. Ma se questo è il tuo timore meglio usare strumentali con materiale originale. 

Andrea: Io ti darò un consiglio rischiando il linciaggio... Il primo Ep fallo con basi interamente gratuite, tanto fra due mesi ti accorgerai di quanto il tuo stile sia cambiato e di quanto tu sia migliorata, pagare per una "prova" è uno spreco, quei soldi conservarli per quando sarai più brava

CHIARIMENTO #2:

A: Premettendo che ogni licenza varia da producer a producer🔈

Vorrei capirci di più ''in linea di massima''  per quanto riguarda : 
1.monetizzazione con LEASE e differenza con l'esclusiva, se carico un inedito su spotify che ovviamente ci metterà un po' prima di fare 30.000/50.000 streaming
2.SHAZAM come funziona se il brano è caricato sempre su SPOTIFY da più artisti con la medesima licenza?
3. depositi SIAE e relativa monetizzazione: con il lease posso scegliere di dare il minimo di 8/24 per i diritti di composizione o lo stabilisce il contratto fatto dal producer? Con l'esclusiva invece ho i totali 24/24 ma devo citare il produttore? Se si, dove?
4. Sempre riguardo il LEASE: RINNOVO di licenza, poiché da quanto ho capito, senza esclusiva, questa scade e va ripagata nuovamente. Dopo quanto tempo ( sempre orientativamente ) dovrò ripagare per la suddetta licenza?
5. licenza per BRANO CAMPIONATO free su youtube: come funziona la questione licenza per un sample hip hop che campiona ad esempio un brano degli anni 70?

RISPOSTE:

Stefano: Vediamo per punti:

1- la monetizzazione di solito è concessa. Come sempre dipende dalla licenza, ma praticamente nessuno vende basi che poi non si possono usare per pubblicazione monetizzata, non avrebbe senso. Devi leggere le clausole della proposta contrattuale.

2- Shazam funziona, poiché considera la traccia nell’insieme. Se però dovessero essere caricati altri brani con la stessa strumentale, potrebbero verificarsi feedback multipli, soprattutto quando la parte “shazammata” dovesse essere una sezione strumentale del pezzo come l’intro o la fine.

3- il deposito siae dipende anch’esso dalla licenza. A meno che questa non preveda un accordo di “Ghost producing”, il compositore dovrà essere citato. Anzi, probabilmente la base è già stata depositata da qualche parte, e quindi si rende necessario un rideposito a integrazione.
Per le percentuali, rimanendo nei rapporti tra quote previsti dalla Siae, è accordo tra le parti coinvolte.

4- il tempo dopo il quale dovrai ripagare la licenza dipende esclusivamente dal numero di stream concessi, e da quanti ne farai. È impossibile darti una risposta. Ma sappi che per raggiungere 50k stream ci vuole un bel po’, non è assolutamente facile soprattutto per una prima produzione edita.

5- il campionamento è questione complicata. Se il sample è chiaramente riconoscibile, tocca chiedere l’autorizzazione preventiva agli autori ed editori del pezzo originale, che hanno il diritto di richiedere l’ascolto della nuova traccia per una valutazione, e di negare il permesso o di chiedere un corrispettivo economico. E, in ogni caso, una quota dei diritti del brano rimane a loro. Il diritto d’autore decade dopo 70 anni dalla morte dell’ultimo degli aventi diritto, quindi un brano edito degli anni ‘70 è certamente tutelato, anche perché all’epoca non si usciva senza casa discografica dietro, e l’etichetta è anch’essa avente diritto. 
Se vuoi usare un pezzo che contiene questo genere di campioni, è tutto da valutare molto bene. Perchè se il brano non se lo segue nessuno, magari la passi liscia, ma se invece per caso inizia a girare, tu ed il producer vi trovate una serie di avvocati che bussano alla vostra porta...

CHIARIMENTO #3:

A: Grazie 1000 sei stato chiarissimo, l'unica cosa che non mi è molto chiara è questa: se compro l'esclusiva devo comunque, oltre a citare il nome del compositore-producer, dare lui una parte dei ricavati derivanti da strems & Co., qualora il mio brano faccia successo? L'esclusiva non mi dà diritto di monetizzare al 100% (24/24) dal brano da me proposto? Per un emergente, quindi, consigli infine l'una o l'altra licenza? Lease wav o Esclusiva? Poiché la differenza di prezzo è tanta, non mi è mai capitato di shazammare un brano ed avere 2 risultati, ma se la cosa esiste, sempre che io non 'diventi virale' per qualche grazia divina, il mio brano ha la possibilità di essere trovato, usato nelle stories e girare anche senza licenza esclusiva che mi costerebbe il triplo, se non di più? Grazie =)

RISPOSTE:

Stefano: Con qualunque licenza non riconosci agli autori una quota dei proventi dello streaming, di vendite, o la monetizzazione di video. Quelli rimangono tuoi se sei tu a pubblicare e distribuire il brano. Quello che viene riconosciuto tramite il deposito è il diritto d’autore, che ha altri canali e viene appunto raccolto da Siae, Soundreef o dalle altre società di collecting per l’uso dell’opera tutelata. 

Non c’è un consiglio univoco. Se devi fare un progetto economico, in cui investi meno di 100€ a brano tra registrazione, postproduzione etc, vai di leasing. Al contrario se miri a pubblicare meno prodotti ma si qualità, curando sia l’aspetto della produzione che la successiva comunicazione e promozione, l’unica strada che può premiare è quella di basi esclusive o fatte su misura per i tuoi pezzi.

Dave: Il mio consiglio è quello di farsi fare sempre i beat da qualcuno ! Ok quelli di YouTube sono belli ma tutti li usano.

Partecipa alla conversazione! Commenta qui sotto con il tuo punto di vista.